Conclusione della Settimana del Mare 2020 | CS 28/10/2020

marecampdolph1

Trasmettiamo di seguito il Comunicato Stampa MareCamp del 28/10/2020.

Ulteriori dettagli, inclusi i link per il download di foto e video dell'evento, sono reperibili cliccando su questo link.

 

Conclusa la “Settimana del Mare” che elegge Catania fulcro strategico per formazione, ricerca e conservazione indirizzate alle risorse marine del Mediterraneo, grazie all’incessante operato dell’associazione MareCamp

 

Sono state raccontate sabato 24 ottobre 2020 in un’apposita sessione della nona edizione del “Blue Sea Land” – evento internazionale sulla blue economy che coinvolge tutti i paesi del Mediterraneo, quest’anno appositamente organizzato on-line – le numerose attività susseguitesi nell’ambito della “Settimana del Mare 2020catanese, organizzata dall’associazione MareCamp con il contributo dei suoi volontari, e il supporto finanziario di Coop Alleanza 3.0, e dell’ERSU di Catania.

La Settimana del Mare indetta dal 21 al 27 settembre 2020, ma che in realtà è poi proseguita fino al mese di ottobre per favorire la partecipazione di un numero più alto di beneficiari, distribuendoli in un maggior numero di appuntamenti nel rispetto di ogni protocollo di sicurezza per la prevenzione del contagio del COVID-19, ha permesso non solo di recuperare la “Giornata Nazionale del Mare” dell’11 aprile 2020 che in periodo di lockdown era stata rinviata, ma anche di moltiplicarla in più giornate, tutte riconosciute dalla DG Mare della Commissione Europea come “European Maritime Day in my Country”.

Le giornate hanno costantemente rimarcato l’importanza di azioni concrete per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente marino, che possono trovare terreno fertile se compiute a partire dalla conoscenza delle risorse marine esistenti, non soltanto da parte della comunità scientifica ma, soprattutto, tra i comuni cittadini di aree costiere e periferiche che necessitano di sperimentare personalmente la bellezza, il ruolo, nonché la fragilità degli ecosistemi naturali, affinché divengano parte attiva a favore della loro conservazione e al servizio della citizen science, per una fruizione degli stessi che possa protrarsi a lungo termine.  

A tale proposito, alla conferenza stampa inaugurativa del 21 settembre 2020, MareCamp e i suoi sostenitori non hanno mancato l’occasione per esporre quanto il golfo di Catania sia ricco in biodiversità, ma non esime da minacce, e come l’abbondanza di cetacei (delfini e balene) rilevata negli ultimi anni di monitoraggio condotto dall’associazione gli conferisca un valore inestimabile, ancora troppo sottovalutato, che invita a una maggiore conoscenza e salvaguardia del mare locale.

La Settimana del Mare ha avuto inizio con l’attribuzione del titolo di “Ambasciatore del Mare” a studenti di scuola secondaria di primo grado e cittadini che nell’ambito del correlato progetto “Il Mare che Vogliamo” hanno mostrato particolare sensibilità verso lo stato di salute del Mar Mediterraneo. Altre attività, sempre realizzate dai biologi marini e tecnici federali FIM dell’associazione MareCamp, si sono svolte nei giorni a seguire in vari luoghi della provincia etnea, con il coinvolgimento di diverse categorie di utenze.

Dalla pulizia volontaria della scogliera di Aci Castello con i giovani del “GreenCatania Movement” che hanno raccolto oltre un centinaio di chili di rifiuti; a un seminario sui cetacei e le attività di pesca indirizzato all’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (ANMI).

Da un ciclo di workshop sui cetacei e la ricerca applicata in mare riservato agli studenti dell’Università di Catania, ospitati dall’Area Marina “Protetta Isole Ciclopi” e dai Laboratori Nazionali del Sud dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (LNS-NFN); alla raccolta del marine litter (macro-rifiuti galleggianti che inquinano l’ambiente marino) ad opera degli Ambasciatori del Mare a bordo dei mezzi MareCamp in navigazione per il golfo di Catania.

L’evento si è concluso con le giornate più attese, ovvero quelle dedicate al monitoraggio dei cetacei del Golfo, compiuto assieme a studenti universitari, soci di Coop Alleanza 3.0, e altri comuni cittadini che hanno potuto osservare la città di Catania da una nuova prospettiva a loro insolita, dal mare, e divenire “ricercatori per un giorno” nell’assistere all’avvistamento di centinaia di esemplari di stenella striata, la specie di delfino più abbondante nelle acque catanesi che non ha perso occasione di presentarsi a prua dei gommoni MareCamp per esibirsi con salti e giochi. Tanto lo stupore a bordo, e forte il senso di responsabilità che i biologi marini dell’associazione sentono di aver trasmesso a giovani e adulti partecipanti, nei confronti delle specie marine protette, e di un mare sempre più minacciato. Missione che MareCamp continua a perseguire giornalmente con i suoi programmi di educazione al mare, formazione, ricerca, e divulgazione sui cetacei.

Catania, con i suoi abitanti e le sue risorse, si è dimostrata essere lo scenario ideale per la celebrazione delle Giornate del Mare, motivo per cui MareCamp ha già annunciato di voler organizzare la terza edizione in data 11 aprile 2021.


La Settimana del Mare è stata realizzata dall’associazione MareCamp nell’ambito del progetto “Il Mare che vogliamo” grazie al contributo dei suoi biologi marini e tecnici federali FIM, con il sostegno finanziario di Coop Alleanza 3.0 e dell’ERSU di Catania. È stata inoltre patrocinata da DG MARE della Commissione Europea, ACCOBAMS (Accordo per la Conservazione dei Cetacei nel Mediterraneo, nel Mar Nero e nelle contigue aree atlantiche), Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, Comune di Catania, Comune di Aci Castello, Capitaneria di Porto di Catania, CONI di Catania, Federazione Italiana Motonautica, Club Nautico Catania, Centro di Ricerca L'Ora del Mare, e Dusty srl. Tutte le attività compiute godono della certificazione internazionaleFriend of the Sea.

Delfini comuni festaioli quest'oggi nel golfo di Catania

delfinocomunemarecampcatania
 
Durante i nostri briefing parliamo sempre di un certo "Defino comune", un nome oggi poco adatto a questa specie perchè incontrarla in Mediterraneo è divenuto sempe più raro. E' infatti incluso nella lista rossa dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) sulle specie a rischio di estinzione nel breve termine.
Nonostante quando descriviamo questo delfino aggiungiamo pure che sarà più probabile avvistare altre specie, a volte capita invece di incontrarlo anche in branchi numerosi. Ed è proprio il caso del monitoraggio di questa mattina! Oggi è stato uno di quei giorni fortunati in compagnia dei delfini comuni e non potevamo non mostrarvi uno dei loro meravigliosi giochi aerei con Catania sullo sfondo (Ph Chiara Susini - Associazione MareCamp).
 
La presenza del delfino comune (Delphinus delphis) nel golfo di Catania continua a dimostrare la grande valenza ecologica delle sue acque, nonchè l'importanza di porre maggiore attenzione sulla tutela di questa specie, prima che sia troppo tardi anche per la nostra area.
Per questo, fino a quando potremo, continueremo a raccogliere dati sulla sua presenza ai fini di una migliore conservazione sua e di tutti gli altri cetacei del Golfo.
 
Team MareCamp

Programma della SETTIMANA DEL MARE 2020, 21-27 settembre, Catania

programma a3ok

Tutte le attività previste dalla SETTIMANA DEL MARE saranno svolte nel pieno rispetto della normativa vigente in merito alla prevenzione del contagio da COVID-19. Affinchè le presenze ai vari eventi siano contingentate, è obbligatorio registrarsi compilando il seguente modulo on-line. In seguito, gli organizzatori contatteranno i partecipanti per comunicare loro se rientrano tra il pubblico in presenza o quello in aula virtuale via piattaforma M. Teams.

 

Presentazione della Settimana del Mare 2020 | CS 21/09/2020

DSCN9980

 

Si trasmette di seguito il Comunicato Stampa MareCamp-Coop Alleanza 3.0 del 21/10/2020.

 

Un successo la presentazione della “Settimana del Mare”

Si è appena conclusa la conferenza stampa organizzata da MareCamp in merito all’introduzione della “Settimana del Mare 2020”. L’evento organizzato dall’ente catanese che si svolgerà dal pomeriggio di oggi 21 settembre, fino a domenica 27, e finanziato da Coop Alleanza 3.0 e dall'ERSU di Catania, ha visto tanti ospiti intervenire durante la presentazione di questa mattina. 

A prendere la parola sono stati i protagonisti e promotori di questo progetto insieme a MareCamp, i quali hanno spiegato al pubblico, accorso numeroso, le motivazioni e i perché è doveroso finanziare questo progetto. 

Dopo una breve presentazione in conferenza stampa di ciò che avverrà in questi giorni, il primo a prendere la parola è stato il professore Salvo Cannizzarodocente di geografia culturale, e delegato attività culturali dell’Ersu Catania. Queste le sue parole: “Intanto vorrei ringraziare questa associazione e il presidente che la rappresenta perché avendo un minimo di competenza in questo ambito e insegnando geografia culturale e geografia del paesaggio e dell’ambiente, è bello vedere questo genere di iniziative dove vengono presentati vari eventi fra cui workshop, seminari e altro. Io voglio incoraggiare i ragazzi a partecipare a questi eventi perché il mare è un bene di tutti e qui spesso ci dimentichiamo che per noi è una risorsa che non siamo capaci di tutelare. Proprio per questo è giusto che anche i ragazzi partecipino a queste iniziative per rendersi conto del bene che dobbiamo proteggere”.

Successivamente è intervenuta Giulia Tassone, in rappresentanza della Guardia Costiera di Catania“Vi porgo i saluti dell’ammiraglio che per motivi personali ha delegato me ad essere qui presente con voi. È fondamentale investire nell’ambiente e quando si parla proprio di quest’ultimo la Guardia Costiera non può non essere presente per dare il proprio supporto, in questo caso a MareCamp. Noi li vogliamo ringraziare e vi raccomandiamo di prendere sul serio la tutela del mare per il nostro ed il vostro territorio”. 

A seguire ha parlato la professoressa Venera Ferlitopresidente del corso di laurea in Scienze Ambientali e Naturali (Unict): “Stiamo collaborando e abbiamo collaborato con MareCamp perché il nostro corso di laurea si abbina perfettamente con il loro lavoro. Infatti molti dei nostri ragazzi svolgono il loro tirocinio con MareCamp e spesso in sede di laurea ci siamo ritrovati ad avere studenti che hanno preparato degli elaborati sul mare e sulla tutela di esso dopo questa bella esperienza formativa con quest’associazione. Ci rende orgogliosi vedere dei giovani che scelgono di studiare per la magistrale in percorsi specifici sulla salvaguardia e sulla tutela dell’ambiente, marino in particolare.”. 

Infatti, è proprio il direttore dell’Area Marina Protetta “Isole Ciclopi”, Riccardo M. Strada a parlare ai presenti in conferenza stampa subito dopo l’intervento della docente Ferlito: “Sono felice di essere qua, oggi è il mio primo giorno di lavoro ed ho subito iniziato nel migliore dei modi con questa bella associazione che si occupa di fare del bene per il nostro territorio. C’è tantissimo lavoro da fare e ci sono tantissime cose da scoprire. Credo che avere un’area marina protetta sia motivo di orgoglio ma vuol dire pure che essa debba essere tutelata e che tutti dobbiamo fare la nostra parte per far sì che venga conservata nel migliore dei modi. Non è un grande acquario ma qualcosa che tutti devono proteggere. Il mare non ha confini, è di tutti e proprio perché è un bene comune ne dobbiamo avere rispetto”. 

Successivamente è stata Sonia D’Arrigopresidente della zona soci Sicilia Sud Est Coop Alleanza 3.0, a rilasciare le proprie dichiarazioni: “Supportare progetti in cui protagoniste sono le giovani generazioni è sempre gratificante per noi di Coop Alleanza 3.0: una cooperativa di consumatori che mira a obiettivi precisi come il benessere e la crescita culturale delle comunità e dei territori in cui opera, in linea con gli obiettivi della Agenda 2030. Tante sono le iniziative sociali, culturali e di sensibilizzazione messe in atto, come la promozione del consumo consapevole attraverso laboratori e animazioni nelle scuole o le numerose raccolte alimentari da destinare a chi ne ha bisogno, evitando sprechi e un negativo impatto ambientale.  L' impegno sul territorio si è concretizzato anche con la campagna Io Si che ha visto la realizzazione di diversi progetti per la salvaguardia dei mari e delle aree interne, sostenuti come le altre iniziative ambientali grazie alla vendita dei prodotti della linea biologica Viviverde. Rivolgo ai volontari di MareCamp un plauso per il lavoro svolto e per le continue sfide che intraprendono. Da parte di Coop Alleanza 3.0 la volontà di poter continuare anche in futuro questa collaborazione avviata già da qualche anno.”. 

A ragionare sull’argomento anche Giuseppe La Rosadel dipartimento Pesca Mediterranea della Regione Sicilia“Ringraziamo anche noi MareCamp per il lavoro che ha svolto e che sta svolgendo in questi anni. Noi abbiamo messo in atto diverse misure per la salvaguardia della pesca e del nostro territorio. Abbiamo tanti progetti soprattutto per la rimozione della plastica dove stiamo cercando di dettare delle linee guida per i pescatori in modo da tenere i nostri fondali puliti, soprattutto con l’aiuto di chi li vive tutti i giorni”. 

Ovviamente non è mancato l’intervento di Dario Garofalo, Presidente Mare Camp: “Ci tengo a ringraziare tutti i soci presenti qua e tutti coloro che ci stanno aiutando perché siamo un’associazione di volontariato animata dalla propria passione per il mare. Riusciamo in cose che sono semplicissime ma al quale nessuno pensa; il nostro mare è sconosciuto per molti e in una città affacciata sul mare come la nostra è qualcosa di incredibile. Vogliamo vivere il nostro mare, che faccia parte della nostra città e dobbiamo prendere possesso del nostro territorio. Senza l’aiuto dei nostri volontari poi, non avremmo potuto far nulla e di questo li ringrazio”. 

Clara Monaco, responsabile scientifico del progetto Dolphin Watching and Conservation in the Gulf of Catania“MareCamp è una squadra di volontari, ognuno con la sua specialità, e quando siamo supportati da enti come Coop e ERSU ne siamo molto grati perché ci permettono di portare avanti idee altrimenti difficilmente realizzabili con la sola passione. Il progetto Il Mare che Vogliamo si occupa prevalentemente di far conoscere il mare ad ogni cittadino perché soltanto con la conoscenza delle risorse marine esistenti si può prendere coscienza dell’ambiente in cui viviamo e agire per la sua tutela”. 

Prima di passare alle premiazioni dei vincitori, sono intervenuti gli assessori del Comune di Catania Sergio Parisi (assessore allo Sport) Michele Cristaldi (assessore per la tutela e benessere degli animali, Mare e Periferie) ed infine Vincenzo Falzone, delegato provinciale del Coni Catania, i quali hanno sostenuto la causa portata avanti dall’associazione MareCamp. 

Al termine degli interventi dei promotori e finanziatori della “Settimana del Mare”, sono stati premiati anche i vincitori del secondo concorso “Il Mare che vogliamo”, i quali parteciperanno in questi giorni all’uscita di monitoraggio e alla pulizia in mare organizzata da MareCamp. 

Questi i nomi dei ragazzi e dei loro lavori che si sono distinti nel secondo Concorso “Il Mare che Vogliamo”.

1° Una porta sul mare

Graziana Vaccarella, 2 G, ICS "Camillo Benso conte di Cavour", Catania

2° Naturale armonia

Giorgio Mambelli, 3 B, ICS “San Domenico Savio”, San Gregorio (CT)

3° La luce e i colori del mare(disegno composto da ritagli di giornale e digitalizzato)

Hélène Peri, 3 B, Convitto Nazionale “Mario Cutelli”, Catania

 

Gli altri finalisti vincitori:

Questo è il mare che vorrei (disegno digitale)

Eleonora Palma, 3 B, ICS “Giovanni Verga”, Vizzini (CT)

Il mare nel cuore (composizione video)

Simona Guzzardi, 2 B, ICS “Giovanni Verga”, Vizzini (CT)

Il delfino e il suo habitat (presentazione in Powerpoint)

Irene Monaco, 1 A, SMS “Mario Pluchinotta”, Sant’Agata Li Battiati (CT)

RIFLESSIoni

Matteo Paschina, 1 B, ICS “San Domenico Savio”, San Gregorio (CT)

La classifica riporta i primi tre classificati più tutti gli altri partecipanti ai quali è stata consegnata una medaglia per il lavoro svolto. A coloro che hanno occupato le prime tre posizioni della classifica è stato anche consegnato un buono da spendere presso la Coop (di 75 euro, 50 euro e 25 euro). Bello il gesto della vincitrice del primo premio Graziana Vaccarella che ha deciso di donare il proprio buono in beneficenza tra la Parrocchia di San Vito a Mascalucia e la Caritas. Consegnata una targa anche a Carmelo Palazzolo, cittadino che, utilizzando il modulo di segnalazione sulla presenza dei cetacei creato da MareCamp l’anno scorso, ha contribuito costantemente con i propri avvistamenti a sostenere le attività di citizen science promosse da MareCamp.

 

Addetto Stampa

Edoardo Barbera

Giornalista Pubblicista numero di tessera 175688

Votazioni pubbliche per le opere degli studenti iscritti al 2° concorso “Il Mare che Vogliamo”.

bb

Ben 7 studenti hanno superato la prima fase del concorso “Il Mare che Vogliamo”, competizione dedicata agli alunni delle scuole medie secondarie di primo grado della provincia di Catania.

Questo significa che saranno tutti ospiti speciali della “Settimana del Mare” organizzata dall’associazione Marecamp a Catania, e che avranno la possibilità di partecipare a una giornata dedicata al monitoraggio delle specie marine protette e alla raccolta dei macrorifiuti galleggianti nel golfo di Catania.

La seconda e ultima fase del concorso sarà decisiva per definire i primi 3 classificati che saranno eletti “Ambasciatori del Mare”, e vinceranno anche dei buoni spesa Coop del valore di 25€, 50€ e 75€. La votazione, aperta fino alla mezzanotte di giovedì 17 settembre 2020, questa volta sarà pubblica e aperta a tutti i cittadini che abbiano accesso alla rete sociale Facebook.

Come previsto dal regolamento del concorso, ai fini della graduatoria sarà conteggiato il numero complessivo di interazioni pubbliche ricevute da ciascuna opera in competizione, pubblicata in un apposito album nella pagina Facebook MareCamp. Saranno incluse nel conteggio le reazioni del tipo Like, Love, Ahah, Wow, Sigh, Grr; saranno invece esclusi dal conteggio i commenti.

Saranno conteggiate esclusivamente le reazioni alle opere pubblicate da MareCamp nell’album ufficiale del Concorso. Ciascun utente potrà votare, a sua scelta, per una o più opere. Il conteggio dei voti non si applicherà ai Like di post esterni di ricondivisione delle opere.

La proclamazione dei vincitori avverrà in occasione della Conferenza stampa di inaugurazione della Settimana del Mare, lunedì 21 settembre 2020 alle ore 10:00 presso la sala conferenze del campo di Hockey “Dusmet”, in via Nuovalucella 132 / via Nizzeti, Catania.

 

Pubblichiamo l’elenco delle opere in gara, secondo l’ordine d’arrivo delle iscrizioni al concorso.

  1. Questo è il mare che vorrei (disegno digitale)

Eleonora Palma, 3 B, ICS “Giovanni Verga”, Vizzini (CT)

 

  1. Il mare nel cuore (composizione video)

Simona Guzzardi, 2 B, ICS “Giovanni Verga”, Vizzini (CT)

 

  1. Il delfino e il suo habitat (presentazione in Powerpoint)

Irene Monaco, 1 A, SMS “Mario Pluchinotta”, Sant’Agata Li Battiati (CT)

 

  1. La luce e i colori del mare (disegno composto da ritagli di giornale e digitalizzato)

Hélène Peri, 3 B, Convitto Nazionale “Mario Cutelli”, Catania

 

  1. RIFLESSIoni (foto)

Matteo Paschina, 1 B, ICS “San Domenico Savio”, San Gregorio (CT)

 

  1. Naturale armonia (foto)

Giorgio Mambelli, 3 B, ICS “San Domenico Savio”, San Gregorio (CT)

 

  1. Una porta sul mare (foto)

Graziana Vaccarella, 2 G, ICS "Camillo Benso conte di Cavour", Catania

 

Si rinvia al seguente album ufficiale per la votazione